Dormire bene: alcune buone abitudini quotidiane

immagine

Sarebbe bellissimo iniziare sempre la giornata dopo una notte passata a dormire profondamente ma a volte può capitare esattamente il contrario. Il motivo? Una serie di cause spesso concatenate fra loro. 
Vediamo quali potrebbero essere alcune buone abitudini in grado di aiutarci a dimenticare per sempre le nottate passate a rigirarsi nel letto. 

  • Partiamo dalla cena
È importante non appesantirsi troppo prima di andare a letto, o quantomeno aspettare almeno 3 ore dalla cena prima di coricarsi.
Tempi di digestione troppo lunghi, infatti, rendono particolarmente difficile addormentarsi. Occhio inoltre alle bevande: evitate quelle stimolanti e gli alcolici. Quest’ultimi, in particolare, inizialmente potrebbero darvi una sensazione di sonnolenza, salvo poi farvi svegliare nel cuore della notte.
 
  • Concedetevi un bagno caldo
Una doccia o un bagno caldo vi aiuteranno a prendere sonno più facilmente grazie alla variazione di temperatura e al rilassamento di muscoli e mucose respiratorie. E poi, è sempre piacevole rilassarsi con un bagno dopo una lunga giornata di lavoro no?
 
  • La lavanda miracolosa
Un piccolo trucchetto: inserite una fascetta di fiori di lavanda nella fodera del vostro cuscino. Il suo profumo è in grado di agevolare il sonno facendo diminuire la frequenza cardiaca.
 
  • Spegnete tutti i dispositivi
Mettersi sul letto a guardare il telefono o il portatile prima di addormentarsi è un’abitudine a cui molti fanno fatica a rinunciare ma può davvero influire negativamente sul nostro sonno. Il bagliore emesso dagli schermi, infatti, riduce il rilascio di melatonina, l’ormone associato alla qualità del sonno. 
 
  • Provate un integratore alimentare
Se i classici rimedi proprio non funzionano, provate un integratore alimentare a base naturale. Grazie ai suoi estratti, Sedatol è in grado di favorire il buon riposo notturno!