Meglio dormire con i calzini o senza?

immagine

C’è chi dice che con i calzini proprio non riesce a dormire e chi invece non può fare a meno di sentire i propri piedi “protetti” anche di notte. Ma a parte le opinioni personali e soggettive, qual è il comportamento migliore da adottare?

Tra i sostenitori dei piedi liberi l’argomentazione più diffusa è quella che riguarda l’eccessiva sudorazione, con conseguenti problemi come cattivo odore, desquamazione e problemi di circolazione.
In realtà, per evitare gran parte di questi problemi basterebbe cambiare indossando un paio di calzini puliti prima di andare a dormire, evitando di utilizzare quelli indossati durante tutto l’arco della giornata.
Inoltre, per evitare problemi di circolazione è importante fare attenzione a non indossare calzini troppo stretti, soprattutto all’altezza della caviglia.
Ma gli esperti cosa ci dicono? Ebbene, secondo l’americana National Sleep Foundation uno dei modi per favorire il sonno è proprio quello di indossare i calzini durante la notte.
Il motivo è molto semplice: i calzini aiutano a prevenire gli sbalzi di temperatura che possono interrompere il sonno durante la notte.
Inoltre, il calore emanato provoca una vasodilatazione che segnala al cervello di rilassarsi e prepararsi a dormire.
Se però proprio non riuscite a sopportare l’idea di dover indossare i calzini per tutta la notte, un buon compromesso potrebbe essere quello di posare una coperta più pesante sul fondo del letto.